La “FESTA DELLE RANE, giunta all'undicesimo anno di organizzazione, è stata principalmente ideata per far fronte ad una esigenza di tipo sociale, e cioè per creare un'occasione di aggregazione per gli abitanti della località dove essa si tiene, la frazione di Pedemonte nel comune di Berbenno di Valtellina.
pedemonte parzialePedemonte è una frazione di circa 500 abitanti, piuttosto periferica rispetto al comune, e in effetti in tale modo viene spesso percepita dalla sua popolazione per l’oggettiva difficoltà di coinvolgimento nei rapporti e nelle iniziative con il centro comunale. Da ciò è nata l’esigenza di proporre, in modo positivo, un’iniziativa che avesse una valenza aggregante e di coesione sia rispetto agli abitanti della frazione, sia rispetto alle altre frazioni del comune ed a quelle dei comuni contermini (Buglio in Monte, Colorina e Forcola).
L’idea si è mossa partendo da un percorso di identificazione dei luoghi e della popolazione rispetto alle proprie radici storiche e culturali. Infatti, nel passato Pedemonte si trovava immersa in una tipica zona di fondo valle dalla caratteristica morfologia di territorio paludoso e stagnante, il cui habitat era particolarmente adatto alla presenza e proliferazione delle rane.
La rana, quindi, ha rappresentato per molti anni una caratteristica pietanza dell’allora ranacucina tipica contadina, poi scemata con il trascorrere del tempo anche per effetto delle bonifiche territoriali che, pur migliorando le condizioni igienico-sanitarie, hanno causato la scomparsa di questi animali  dalla zona.
Prova di tale forte presenza, e della sua importanza culinaria, sta anche nella simpatica denominazione storica di “maia rani”, e cioè “mangia rane”, rivolta agli abitanti di Pedemonte dalle popolazioni locali circostanti.Il gruppo promotore dell’iniziativa, che ha quale elemento di collegamento su tutto il territorio comunale la Parrocchia della Beata Vergine dell’Assunta di Berbenno, ha quindi ritenuto interessante riprendere una tradizione culinaria ormai perduta, dando avvio ad una iniziativa in cui riassaporare per alcune serate estive quella prelibata pietanza.
Articolata nella fase di avvio in sole due serate, l’evento, che si è poi caratterizzato quale tipica sagra di paese, è stato di anno in anno migliorato ed affinato nella durata e nei contenuti, sino a raggiungere livelli di organizzazione e partecipazione particolarmente interessanti, riuscendo così pienamente nell'obiettivo di recuperare un pezzo di storia passata attraverso il coinvolgimento in un evento di natura enogastronomica.patatine
La “Sagra delle rane”, che ha raggiunto un notevole livello di popolarità, è poi strettamente connessa alla festività del Santo Patrono di Pedemonte, San Bartolomeo, che viene festeggiata il 24 agosto, e ciò ha permesso di ricollegarsi anche alle radici religiose della frazione, rappresentate dall'istituzione a suo tempo di una propria Parrocchia. Come si è accennato, l’iniziativa è stata recepita molto bene dagli abitanti della frazione e da quelli dei comuni limitrofi, ma anche dai molti turisti che negli ultimi anni hanno cominciato a conoscere meglio ed apprezzare anche le aree della media Valtellina, e che hanno così potuto partecipare ad un evento del tutto originale rispetto alle altre sagre proposte nel periodo estivo.
Infatti, quella di Pedemonte è l’unica sagra valtellinese in cui viene cucinatatendone e proposta la rana quale principale pietanza gastronomica, e la crescente partecipazione ha dimostrato il particolare interesse suscitato rispetto a questo tipico piatto, che si riscontra molto raramente anche nella ristorazione professionale. L’organizzazione della sagra si basa sul consolidato apporto di molteplici volontari del paese che rappresentano si può dire il “motore” di questa iniziativa, che richiede un grandissimo impegno in tutte le sue fasi.
chiesa pedemonteOltre alla Parrocchia di Berbenno, divenuto ormai il soggetto coordinatore di tutto l’evento, si è negli anni consolidato l’apporto e la collaborazione della Pro Loco di Berbenno, e ciò ha permesso di condividere insieme idee, proposte, e soprattutto proficue collaborazioni di persone.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 19 Luglio 2016 10:41 )